Cookie Policy

GESI è multitasking!

DiAdriana

GESI è multitasking!

Gennaio è da sempre il mese dei nuovi propositi, e chi meglio di noi lo sa che siamo ripartiti con un nuovo sito e tanti bei progetti!

GESI la possiamo definire una società multitasking: operiamo in vari campi d’azione e se consideriamo anche solo l’ultimo anno le sfide accettate sono molteplici.

Analizziamo il nostro campo topografico, facendo un bilancio delle migliorie apportate nel nostro settore d’origine.

Innanzitutto abbiamo ulteriormente migliorato il dettaglio fotografico delle nostre campagne Laser Scanner utilizzando solo lenti Zeiss e dal campo visivo stretto. Tutto ciò ci permette di avere un cono più puntuale e le foto sono più qualitative evitando così il fenomeno del sacrificio di luci e ombre.

Da pochi mesi in campagna abbiamo iniziato ad usare il nostro Robot Iterativo Fotografico CIRo 13, tale automazione ci consente di scattare più fotografie a parità di tempo e quindi di aumentare l’angolo di sovrapposizione. Il primo lavoro in cui abbiamo tulizzato CIRo 13 è stato il rilievo in Galleria Monte Pergola, dove abbiamo ottenuto un’ottima resa fotografica nonostante la scarsa illuminazione.

I nostri dati rilevati in campagna viaggiano alla velocità della luce grazie al nostro Cloud, dove possiamo avere una panoramica completa e sicura dei dati raccolti.

Nell’ultimo anno abbiamo collaborato con grossi Enti Pubblici e Privati, i nostri rilievi sono stati impiegati per vari progetti tra cui piani anticendio per una società di rilevanza nazionale. Inoltre abbiamo eseguito il rilievo topografico e catastale della collina di Monte S.Angelo sulla quale insiste il complesso universitario della Università degli Studi di Napoli Federico II.

Non abbiamo effettuato solo rilievi: ci siamo occupati della gestione banca dati geospaziale per una importante società aeroportuale, nello stesso ambito abbiamo anche effettuato rilievi in zona aeroportuale per la progettazione di nuovi stalli di parcheggio.

Infine per il Parco Privato dell’Olgiata abbiamo effettuato rilievi e indagini per l’installazione di un impianto di irrigazione.

Come vi dicevamo GESI non è solo una società che opera nel campo dei rilevamenti topografici, laser scanner, geodetici e della progettazione conseguente, ma al suo interno vi è anche un ramo dedicato alla ricerca e sviluppo.

Grazie alla nostra ricerca e sviluppo molte sono state le migliorie apportate nel campo gestionale e qualitativo. Abbiamo recentemente sviluppato dei nuovi metodi di calibrazione angolari basati su proiezioni laser.

Inoltre abbiamo sviluppato apparati per stampare documenti sensibili senza lasciare traccia elettronica. La nostra ricerca e sviluppo ci ha permesso anche di costruire moduli per l’automazione industriale e nel campo dell’e-commerce.

Abbiamo recentemente potenziato l’erogazione dei nostri servizi aprendo in Germania un nuovo punto di erogazione servizi in Turingia, inoltre abbiamo piantanto la bandierina GESI anche oltreoceano, aprendo anche in Canada un nostro punto di erogazione servizi.

La nostra professionalità ed esperienza nel campo informatico ci ha permesso di realizzare servizi Cloud privati per Terzi. Anche la gestione dei nostri dati è diventata più importante, tanto da avere l’esigenza di potenziare il nostro NAS estendendolo a 16TB.

L’esperienza in ambito Storage con i NAS da noi costruiti negli anni, oggi permette ai nostri clienti la gestione dei backup giornaliero come se si avesse una macchina del tempo.

Nell’ultimo periodo siamo stati impegnati in prima linea anche per gli impianti della nostra sede: abbiamo realizzato il nuovo impianti di rete a stella, il nuovo impianto antifurto e telecamere. Alcune tratte della nuova rete già possono usufruire di una velocità pari a 10Gb/s.

Questa non è altro che una piccola panoramica di quello che GESI ha realizzato in poco più di un anno. Siamo fieri di condividere con voi tutto ciò che di buono abbiamo realizzato, pensato o studiato applicando tutto al meglio per garantire sempre la massima qualità.

GESI però non si ferma qui con il nuovo anno è partito un nuovo progetto che riguarda il campo della produzione con il quale immaginiamo sviluppi positivi che potranno rendere il 2019 un grande anno.


50 anni fa il salvataggio di Abu Simbel
Come coloriamo le nostre scansioni?

Info sull'autore

Adriana editor

Lascia una risposta