Cookie Policy

Titolo Rilievi Laser Scanner

DiAdriana

Cinema Multisala Capitol (Bologna)

Lo storico multisala Capitol di Bologna è stato chiuso lo scorso maggio per cambio d'utenza. Una parte dello stabile presenterà sempre una sala cinematografica di 100-150 posti, probabilmente la restante area sarà occupata da un noto marchio d'abbigliamento.

Il nostro intervento

Nel settembre 2017 siamo stati incaricati di effettuare il rilievo laser scanner delle tre facciate del Cinema Capitol nelle adiacenze di Piazza XX Settembre e Parco della Montagnola, precisamente in via Indipendenza, via Milazzo e via Galliera. Per la rilevazione abbiamo utilizzato il Laser Scanner e la fotocamera Sony Nex6+Zeiss 16mm.

 

0
Scansioni effettuate
0
Strumenti Laser Scanner
0
Stazioni Totali
0
Operatori

I nostri elaborati

La consegna di questa lavorazione è avvenuta tramite la produzione di:

1 File CAD formato DWG contenente la PIANTA redatto in scala 1:200 con ortofoto sovrapposta (Elab.01)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO SU VIA GALLIERA redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Elab.02)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO SU VIA GALLIERA redatto in scala 1:100 no ortofoto (Elab.02a)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO SU VIA MILAZZO redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Elab.03)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO SU VIA MILAZZO redatto in scala 1:100 no ortofoto (Elab.03a)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO SU VIA INDIPENDENZA redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Elab.04)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO SU VIA INDIPENDENZAredatto in scala 1:100 no ortofoto (Elab.04a)

1 File CAD formato DWG contenente CORTE PROSPETTO 1A redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Elab.05)

1 File CAD formato DWG contenente CORTE PROSPETTO 1B redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Elab.06)

1 File CAD formato DWG contenente CORTE PROSPETTO 2A redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Elab.07)

1 File CAD formato DWG contenente CORTE PROSPETTO 2B redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Elab.08)


Scarica Immagine [0,6Mb]


Scarica Immagine [8,5Mb]


Scarica Immagine [6,1Mb]


Scarica Immagine [5,8Mb]


Scarica Immagine [4,9Mb]


Scarica Immagine [7,7Mb]


Scarica Immagine [5,9Mb]

DiLuigi

Chiesa di San Castrese – Marano di Napoli (NA)

La chiesa di San Castrese sita in Marano di Napoli è stata eretta intorno al 1600 sostituendo un edificio preesistente. L'edificio si presenta come una costruzione a tre navate e conserva un fonte battesimale a pianta ottagonale, di autore ignoto.

Il nostro intervento

In seguito ai recenti ritrovamenti di alcuni affreschi nelle navate laterali, nascosti da quadri di epoca recente, ci siamo offerti di rilevare l'interno della chiesa con tecnologia laser scanner. Questi rilevamenti sono stati propedeutici allo sviluppo del software Clouddesigner. Inoltre, abbiamo usato la nostra fotocamera Canon 600D+Fisheye 8mm per la colorazione fotorealistica delle nuvole di punti.

0
Scansione effettuate
0
Laser Scanner
1
Stazione Totale
0
Operatori

I nostri elaborati

La consegna di questa lavorazione è avvenuta tramite la produzione di:

1 File CAD formato DWG contenente la PIANTA redatta nella scala 1:50 con ortofoto sovrapposta (Tav 01)
1 File CAD formato DWG contenente la PIANTA redatta nella scala 1:50 (Tav 02)
1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE A-A redatta nella scala 1:50 con ortofoto sovrapposta (Tav 03)
1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE A-A redatta nella scala 1:50 (Tav 04)
1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE B-B redatta nella scala 1:50 con ortofoto sovrapposta (Tav 05)
1 File CAD formato DWG contenente le SEZIONI TRASVERSALI C-C e D-D redatta nella scala 1:50 con ortofoto sovrapposta (Tav 06)
1 File CAD formato DWG contenente la PIANTA redatta nella scala 1:50 con ortofoto aerea sovrapposta (Tav 07)
1 File CAD formato DWG contenente uno SPACCATO ORTOMETRICO redatto nella scala 1:50 (Tav 08)
1 File CAD formato DWG contenente uno SPACCATO ORTOMETRICO redatto nella scala 1:50 (Tav 09)
1 File CAD formato DWG contenente una VISTA TRIDIMENSIONALE ORTOMETRICA redatta nella scala 1:50 (Tav 10)

Scarica Immagine [8,7Mb]

Scarica Immagine [13,5Mb]

Scarica Immagine [9,3Mb]

DiLuigi

Messa in sicurezza della Diga di Muro Lucano (PZ)

La diga storica Muro Lucano risale agli inizi del '900: è entrata in funzione nel 1917, anno di fine costruzione,  per poi essere chiusa in seguito al disastro del Vajont.

Il nostro intervento

Nel Maggio 2017 abbiamo assegnato 3 GPS, una Stazione Totale, un Laser Scanner e 3 operatori per il rilievo topografico della Diga di Muro Lucano totalizzando una superficie di 28.000mq.

Inoltre con 58 stazionamenti Laser Scanner abbiamo rilevato l'opera cementizia, ottenendo una accurata restituzione tridimensionale.

0
mq
Area Rilevata
0
Strumenti GPS
0
Stazioni Totali
0
Operatori
1
Laser Scanner
58
Scansioni Effettuate

I nostri elaborati

La consegna di questa lavorazione è avvenuta tramite la produzione di:

1 File CAD formato DWG contenente tutti i punti rilevati, le discontinuità e le curve di livello in elevazione 3D
1 File CAD formato DWG contenente tutti i punti rilevati e tutte le entità in proiezione 2D
1 Tavola planimetrica nel formato A0 redatta in scala 1:500 con punti diradati e curve di livello ad equidistanza 50cm
1 Tavola planimetrica nel formato A1 per la sola zona diga formato A0 redatta in scala 1:200 con ortofoto sovrapposta, punti diradati e curve di livello
5 Tavole sezioni nel formato A1 redatte in scala 1:100
2 Tavole viste frontali nel formato A1 redatte in scala 1:100
2 Tavole viste tridimensionali con ortofoto nel formato A1 redatte in scala 1:200

Scarica Immagine [6,2Mb]

Scarica Immagine [16,5Mb]

Scarica Immagine [22,7Mb]

Scarica Immagine [6,6Mb]

Scarica Immagine [15,7Mb]

DiLuigi

Galleria Monte Pergola (Avellino)

La Galleria del Monte Pergola è un tunnel che si estende tra il Km 20,200 e il Km 22,800 in località Solofra. Migliaia di automobilisti che percorrono ogni mese l’autostrada Avellino-Salerno usufruiscono di questo passaggio; il tratto stradale fu realizzato nel 1951 e presenta una lunghezza complessiva di circa 2300 m.

Il traffico intenso a cui è sottoposto il tunnel, lo ha posto al centro della cronaca locale numerose volte, a causa della sua scarsa illuminazione e del suo stato di decadimento. Questo tunnel, viene considerato uno tra i più pericolosi d'Italia in quanto, non si può comunicare via radio mentre si è all'interno del tunnel, non c'è un sistema di videosorveglianza, né illuminazione o corsie d'emergenza  e banchine pedonali.

Il nostro intervento

Nell'anno 2018 siamo stati incaricati di rilevare parte delle due canne delle gallerie: sia quella in direzione nord, che quella sud; per una lunghezza totale di circa 2400 m.

Il tipo di strumentazione utilizzato, per rilevare le due canne della galleria, è il Laser Scanner Z+F 5006h. Questa lavorazione è stata l'occasione che ci ha permesso di utilizzare per la prima volta il nostro robot panoramico.

Abbiamo così effettuato nel minor tempo possibile 107 serie di foto panoramiche per un totale di 12840 scatti. La nostra strumentazione, ha reso possibile evidenziare lo stato di ammaloramento del calcestruzzo.

 

0
Scansioni effettuate
0
Strumenti Laser Scanner
0
Stazioni Totali
0
Operatori

   I nostri elaborati

La consegna di questa lavorazione è avvenuta tramite la produzione di:

1 File CAD formato DWG contenente la PIANTA, le SEZIONI LONGITUDINALI e TRASVERSALI redatte nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (All. 0)

1 File CAD formato DWG contenente la PIANTA redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 18 tavole (All. 1a-1t)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE RIFLETTANZA redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 18 tavole (All. 2a-2t)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE COLORE redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 18 tavole (All. 3a-3t)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE RIFLETTANZA redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 18 tavole (All. 4a-4t)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE COLORE redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 18 tavole (All. 5a-5t)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE RIFLETTANZA redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 17 tavole (All. 6a-6s)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE COLORE redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 17 tavole (All. 7a-7s)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE RIFLETTANZA redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 17 tavole (All. 8a-8s)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE LONGITUDINALE COLORE redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 17 tavole (All. 9a-9s)

1 File CAD formato DWG contenente le SEZIONI TRASVERSALI COLORE redatta nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta per 13 tavole (All. 10-0 - 10-12)

In totale sono state elaborate 172 tavole.


Scarica Immagine [0,6Mb]


Scarica Immagine [6,6Mb]


Scarica Immagine [5,5Mb]


Scarica Immagine [6Mb]


Scarica Immagine [5,5Mb]


Scarica Immagine [8,4Mb]

DiLuigi

Restauro e ristrutturazione Fabbricato Via Mazzini (Milano)

Via Mazzini è una via centrale di Milano che collega la Piazza del Duomo con Piazza Missori. Quest'arteria milanese fu progettata dall'architetto Giuseppe Mengoni negli anni compresi tra il 1865 e il 1873. In questa via, attualmente defilata ed in parte abbandonata all'usura del tempo, sono situati molti degli edifici storici di Milano; tra questi, il Sacello di San Siro del IX secolo.

Gli edifici posti in questa via ricordano i fasti razionalisti degli anni '20 e segnano la storia di una città moderna e funzionale come Milano. Questa prospettiva, consente di ammirare le bellezze passate legate al Politecnico milanese.

Il nostro intervento

In Via Mazzini abbiamo rilevato un intero fabbricato ormai in disuso ed effettuato la misurazione delle due facciate del fabbricato: quella posta su via Mazzini e quella all'interno di un cortile privato. I rilevamenti sono stati utilizzati per la riqualificazione dello stabile.

Per la rilevazione abbiamo utilizzato il Laser Scanner Z+F 5006h e la fotocamera Sony Nex6+Zeiss 16mm.

 

0
Scansioni effettuate
0
Strumenti Laser Scanner
0
Stazioni Totali
0
Operatori

I nostri elaborati

La consegna di questa lavorazione è avvenuta tramite la produzione di:

1 File CAD formato DWG contenente la PIANTA redatto in scala 1:200 con ortofoto sovrapposta (Tav 01)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO SU VIA MAZZINI redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Tav 02)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO SU VIA MAZZINI redatto in scala 1:100 (Tav 03)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO CORTE INTERNA redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Tav 04)

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO CORTE INTERNA redatto in scala 1:100 (Tav 05)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE A-A redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Tav 06)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE A-A redatto in scala 1:100 (Tav 07)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE A1-A1 redatto in scala 1:100 con ortofoto sovrapposta (Tav 08)

1 File CAD formato DWG contenente la SEZIONE A1-A1 redatto in scala 1:100 (Tav 09)

1 File CAD formato DWG contenente lo SPACCATO 3D redatto in scala 1:100 (Tav 10)

Scarica Immagine [7,1Mb]

Scarica Immagine [6,1Mb]

Scarica Immagine [5,2Mb]

Scarica Immagine [5,1Mb]

DiLuigi

Duomo di Amalfi (SA)

La cattedrale di Sant'Andrea, meglio nota come Duomo d'Amalfi, fu eretta dal duca Mansone I nel 987 accanto ad una chiesa preesistente del IX sec. Successivamente, le due chiese furono unite per formare un'unica costruzione in stile romanico a sei navate. Altri interventi furono apportati tra il XVI sec. e il XVIII sec.

Nel 1861, a seguito di un forte vento, un tratto del coronamento della facciata esterna collassò su se stesso  e sull'atrio sottostante. A quel punto, si rese necessario un intervento più profondo rispetto al semplice restauro, fu così che l'allora sindaco, decise di rinnovare la facciata esterna. Del rifacimento fu incaricata la Giunta di Belle arti.

Il Sindaco, volendo eliminare dalla memoria dei concittadini il tragico evento, decise di riportare la facciata del Duomo al suo splendore originale, rimuovendo le stratificazioni rinascimentali e barocche presenti all'epoca del disastro.

 

Il nostro intervento

Nel 2016 siamo stati incaritati da un architetto locale di eseguire il rilevamento della facciata principale, per facilitarne i lavori di restauro. Per effettuare tale misurazione ci siamo avvalsi del nostro Laser Scanner Z+F 5006h.

17
Scansione Effettuate
0
Laser scanner
0
Stazioni Totali
0
Operatori

I nostri elaborati

La consegna di questa lavorazione è avvenuta tramite la produzione di:

1 File CAD formato DWG contenente il PROSPETTO redatto nella scala 1:100 con ortofoto sovrapposta

Scarica Immagine [9,9Mb]